lunedì 12 agosto 2013

Ditta traslochi Roma: organizzare al meglio il trasloco

DITTA TRASLOCHI ROMA: COSA CHIEDERE PER ORGANIZZARE AL MEGLIO UN TRASLOCO A ROMA

Il primo passo per organizzare al meglio un trasloco a Roma è avere le idee chiare! Conoscendo esattamente tutto quello che c’è da traslocare (mobili, oggetti preziosi o ingombranti, numero di scatole, casseforti), le caratteristiche del vostro appartamento (attico, strada difficilmente raggiungibile, molto trafficata o in zona di traffico limitato o scale strette dove è difficile far passare i mobili) o quanto siano distanti il punto di partenza da quello di arrivo, quando chiederete i preventivi alle ditte di trasloco sarete in grado di confrontare i vari servizi offerti in modo da avere il miglior rapporto tra qualità e costi.

Prima di chiedere i costi ad una ditta di traslochi valutate se chiamarla: in questo articolo potete scoprire alcuni modi di fare un trasloco senza troppa fatica e risparmiando il più possibile. Ricordatevi che la regola generale è che più operazioni fate voi, più risparmierete.


DITTA TRASLOCHI ROMA: RIVOLGERSI AD UNA GROSSA DITTA DI TRASLOCHI O NOLEGGIARE UN FURGONE?

Per fare la scelta giusta è fondamentale prendere in considerazione alcuni fattori discriminanti per trovare l’operatore a cui chiedere. Tutte le discriminanti analizzate di seguito concorrono alla formazione del costo totale ed è per questo motivo che è consigliabile analizzarle tutte a fondo per valutare la ditta che vi farà il miglior prezzo per il vostro trasloco.

  • Distanza: se la distanza tra l’appartamento che lasciate e la vostra nuova casa è solo di pochi chilometri come per esempio in quartieri diversi della Capitale, oppure lo spostamento è circoscritto nella provincia o nella regione, potete anche pensare di noleggiare un furgone o un piccolo camion oppure chiedere una mano ai vostri amici e parenti che dispongono di un’auto.
  • Mobili: come prima valutazione sommaria dovete sapere di quante stanze è formato il vostro appartamento e di quanti metri quadrati è, sono dati che vi verranno chiesti quando richiederete il preventivo ad una ditta di trasloco. Le case sono tutte diverse, ma statisticamente di assomigliano tutte: ampiezza e numero di vani servono ai traslocatori per “farsi” un’idea del cliente e soprattutto di quello che deve trasportare.
    Valutate se e come i mobili possono essere smontati e rimontati una volta arrivati a destinazione. Nell’eventualità che non siate capaci di farlo voi potrete rivolgervi ad un falegname oppure ad un addetto del trasloco. Mettere su un camion un capiente armadio guardaroba “intero” è molto diverso dal dover caricare una ventina di assi che lo compongono. Inoltre tenete presente che i mobili smontati occupano meno spazio e quindi c’è la possibilità che invece di essere costretti a prenotare due traslochi per mobili interi, ce la si può cavare con un viaggio singolo.
  • Mobili e oggetti particolari: le ditte di trasloco vi chiederanno se dovete traslocare anche oggetti molto ingombranti e non smontabili come per esempio un pianoforte, oggetti molto pesati come le casseforti oppure oggetti di valore come opere d’arte, sculture, quadri. Quando chiamate per un preventivo le ditte di traslochi ricordatevi, se non ve lo chiedono loro, di dire a chiare lettere che avete queste esigenze particolari che hanno bisogno di estrema professionalità nel trasporto e in alcuni casi, come per esempio una cassaforte che deve essere fatta scendere dalle scale, anche macchinari particolari come un montascale.
  • Imballaggio: tutti gli oggetti che trasportate devono “essere messi in sicurezza” nel senso che è necessario evitare che colpi accidentali durante il trasporto li rompano. Per questo motivo è fondamentale confezionare ogni soprammobile fragile, i bicchieri, i piatti in involucri antiurto. A questo scopo la scelta migliore è la carta poliboll costituita da camere d’aria che attutiscono gli urti accidentali. Lo stesso scopo hanno i giornali e le riviste opportunamente fatte a pezzetti in modo che riescano a infilarsi in ogni spazio di una scatole che contiene il vostro servizio “della domenica” di piatti in porcellana oppure di bicchieri in cristallo. Molte ditte di trasloco a Roma offrono il servizio di impacchettamento della merce e per farlo si avvalgono si strumenti professionali appositi come per esempio i fogli antiurto in plastica. Ovviamente questo servizio ha un costo quindi se volete risparmiare confezionate da voi tutto ciò che vi seguirà nella vostra nuova casa.
    Per quanto riguarda l’allestimento delle scatole dovete ragionare come i marinai e come chi usa il camper o la roulotte: tutto ciò che è all’interno della stiva di una nave oppure in un armadio deve essere fissato in modo che non si muova quando il mezzo di trasporto è in movimento. Una volta che avete riempito una scatola e avete riempito ogni spazio libero con il poliboll o con la carta a pezzetti o con del polistirolo, scuotetela leggermente. Se avete confezionato tutto per bene non dovrete sentire alcun rumore di oggetti che si spostano all’interno.
    Prendere misure antiurto vale anche per i mobili che devono essere protetti con la carta poliboll al loro esterno per evitare scheggiature accidentali o irreparabili rotture.
  • Periodo del trasloco: i traslochi vengono effettuati prevalentemente durante la stagione estiva o nei periodi di ferie come per esempio durante le vacanze natalizie o in prossimità della Pasqua. Per l’aumento della domanda i prezzi dei traslochi a Roma in questi periodi sono più alti. Se avete la possibilità di effettuare il vostro trasloco in un periodo di “bassa stagione” come per esempio la prima parte di autunno e estate riuscirete a risparmiare anche il 10% sul prezzo di base applicato dalla ditta.
    Un altro trucco per risparmiare è quello di non arrivare all’ultimo momento ma di prenotare il trasporto con più di un mese di anticipo. Anche in questo caso lo sconto può aggirarsi intorno al 10% sulla tariffa abituale.
  • Deposito: a volte capita che si è costretti a rendere libera la vecchia casa e quella nuova non sia ancora pronta. In questo caso la soluzione migliore è lasciare i mobili in deposito. Molte ditte di trasloco offrono questo servizio a Roma: i vostri mobili e i vostri averi vengono posti in un deposito che altro non è che una stanza vuota chiusa a chiave e voi pagate l’affitto di questo spazio per il tempo necessario. Se per problemi logistici siete costretti ad affittare uno spazio di deposito il consiglio è quello di chiedere se il luogo sia assicurato contro furto e incendio.
    Un’alternativa al deposito in spazi appositi di proprietà di ditte di traslochi è l’affitto di un box è di uno spazio di proprietari privati o addirittura di parenti. Se il “magazzino” inoltre si trova in periferia i costi sono sicuramente minori, ma potrebbero aumentare le spese di trasporto perché i luoghi di partenza, deposito e di arrivo sono molto distanti tra loro. Per evitare brutte sorprese quando si cerca di risparmiare sulla scelta del luogo di deposito dei mobili è bene avere in mano i preventivi sia della custodia che del trasporto di varie ditte traslochi Roma.
  • Case e appartamenti difficilmente raggiungibili: per appartamenti difficilmente raggiungibili si intendono tutte quelle case poste ai piani alti dei condomini, oppure in zone e strade difficilmente raggiungibili da un camion di grosse dimensioni, oppure ancora in zone di traffico limitato e che non dispongono di scale interne e/o di ascensori per il trasporto di mobili e scatoloni in modo comodo e veloce.
    Per esempio se la casa ha le scale condominiali strette si è costretti ad affittare una gru e a far passare il mobilio dalla finestra, oppure se la via dove si trova è piccola e non dispone di un cortile interno sarà necessario predisporre dei furgoni di piccole e medie dimensioni che trasportino gli oggetti dalla casa ad un camion più grande posteggiato lontano.
    Tutti questi inconvenienti logistici fanno lievitare il prezzo di un trasloco a Roma perché per superare queste difficoltà è necessario affittare dalle ditte di trasloco dei macchinari appositamente progettati come per esempio una gru o un montascale.

DITTE TRASLOCHI ROMA: COME SCEGLIERE QUELLA CHE FA PER VOI

Non esiste una ditta di traslochi a Roma migliore di un’altra, tutto dipende da ciò che avete bisogno voi! Per esempio se un operatore mette a disposizione i migliori spazi per il deposito dei mobili, o per l’affitto di un furgoncino, e voi dovete semplicemente traslocare poche scatole e mobili e sia il luogo di partenza e di arrivo sono comodamente raggiungibili anche da un camion di grossa stazza, una ditta di traslochi importante vi offre dei servizi che a voi non interessano e che rientrano indirettamente nel preventivo e nel prezzo del vostro trasloco a Roma.

La scelta dell’operatore e del miglior prezzo economico di una ditta di traslochi tiene in considerazione tutti i fattori analizzati nel paragrafo precedente di questo articolo, nel prossimo articolo verrà spiegato quando sia meglio rivolgersi ad una ditta di traslochi piccola e quando è meglio scegliere un traslocatore nazionale o internazionale per il vostro trasloco.

Il prossimo articolo su questo argomento sarà:

Ditte traslochi roma: come scegliere quella migliore per te

Seguici su Facebook, saprai subito quando verrà pubblicato!